Una lettera inedita di Augusto Campana. Per la tradizione di Cic. Scaur. 4 ed Epigr. Bob. 63

  • Orazio Portuese Università di Catania
Keywords: Amedeo Peyron, Augusto Campana, Scevola Mariotti, Cleombrotus, Bobiensis deperditus

Abstract

The papers of Augusto Campana at the Biblioteca Civica Gambalunga in Rimini include a thus far unpublished correspondence with Scevola Mariotti on Epigr. Bob. 63. In 1963, Campana published a major study on that poem, in which he did not develop some of the insights that he had privately shared with Mariotti. This paper includes an edition of the earliest letter by Campana (Rome, 1 July 1958), in which he made some important remarks on the transmission of Cic. Scaur. 4 and its relationship with Epigr. Bob. 63, with a special focus on the name of its protagonist, Theombrotus. These comments are of special signifi­cance to the reconstruction of the codex deperditus that contained the Bobbio collection.

Tra le carte di Augusto Campana custodite presso la Biblioteca Civica Gam­balunga di Rimini si conserva un inedito scambio epistolare con Scevola Mariotti riguardante Epigr. Bob. 63. Su questo carme Campana pubblicò, nel 1958, un contributo decisivo, nel quale non confluirono tuttavia alcune delle felici intuizioni condivise privatamente con Mariotti. Dell’ignoto epistolario si pubblica qui la prima lettera di Campana (Roma, 1 luglio 1958), ove sono formulate significative considerazioni sulla tradizione di Cic. Scaur. 4 in rapporto ad Epigr. Bob. 63 per l’identificazione del protagonista Theombrotus, che sono di estremo interesse per la ricostruzione del codex deperditus conte­nente la silloge bobbiese.

Published
2020-05-18
Section
Articles